ISSN 2612-6818 - Padova University Press

La metafora della guerra nella pandemia da Sars-Cov-2: tra anomia e liberismo in una società che sta perdendo l’ultima occasione per arrabbiarsi

TitleLa metafora della guerra nella pandemia da Sars-Cov-2: tra anomia e liberismo in una società che sta perdendo l’ultima occasione per arrabbiarsi
Publication TypeJournal Article
Year of Publication2021
AuthorsBobbo, N., & Rigoni P.
Secondary TitleJournal of Health Care Education in Practice
Volume3
Issue1
Pagination81-90
Date Published05/2021
PublisherPadova University Press
Place PublishedPadova, IT
ISSN Number2612-6818
Keywordscommunication, comunicazione, Metafora della guerra, pandemia, pandemic, pedagogia, pedagogy, War metaphor
Abstract

Sinossi: Mentre l’emergenza sanitaria manifestava i suoi primi drammatici esiti, il mondo della politica e della ricerca ha iniziato ad utilizzare e a diffondere, grazie all’eco della stampa, una metafora non nuova ma che nel tempo ha mantenuto inalterate le sue intrinseche potenzialità e rischi: la metafora della guerra. Il contributo intende analizzare gli esiti positivi e negativi insiti nell’uso intenzionale o ingenuo di una metafora strutturale e concettuale qual è quella bellica, per rilevarne le conseguenze nell’attuale complessità del sistema comunicativo, a tutti i livelli, e riflettere sul significato sociale, politico ed economico che assumono le espressioni utilizzate quotidianamente da ognuno di noi. Tutto questo con la finalità ultima di valutare l’ipotesi utopica di una pedagogia della pandemia, come mezzo per evitare che questo tempo di dolore e difficoltà si trasformi nell’ennesima occasione persa per chiederci quale umanità vogliamo esprimere.

Abstract: While the health emergency manifested its first dramatic outcomes, many politicians and researchers began to use and spread, supported by the press, a metaphor that is not new but which over time has kept its intrinsic potentialities and risks unchanged: the war metaphor. The paper aims to analyse the positive and negative outcomes of an intentionally or unreflectively use of a structural and conceptual metaphor as this, to detect the consequences in the current complexity of the communication system, at all levels, and reflect on the social meaning, political and economic that take on our daily expressions. All this with the ideal aim to assess the utopian hypothesis of a pedagogy of the pandemic, as a means to prevent this time of pain and difficulty from turning into the umpteenth missed opportunity to ask ourselves which humanity we want to express.

URLhttps://jhce.padovauniversitypress.it/2021/1/8
DOI10.14658/pupj-jhcep-2021-1-8
Paper: